Agevolazioni fiscali per la casa: come funziona il bonus condomìni

Agevolazioni fiscali per la casa: come funziona il bonus condomìni

27 Nov 2019 – Interessanti novità in materia di bonus fiscali legati alla casa: nella nuova Legge di Bilancio 2020, infatti, sono presenti alcuni aggiornamenti riguardanti il bonus condomìni, sconto IRPEF per chi ha in programma interventi di ristrutturazione, adeguamento antisismico e risparmio energetico allo scopo di avere una casa più ecologica e attenta a evitare gli sprechi.

Quali aggiornamenti

Presente anche nella Manovra del 2019, il bonus condomìni vede oggi la presenza di alcune novità: in base a quanto previsto dal Decreto Crescita, ad esempio, a partire dal 1° luglio la detrazione delle spese in 10 anni è stata sostituita dalla possibilità di uno sconto immediato direttamente sul prezzo di vendita. Tale incentivo può essere richiesto solo per gli interventi che determinano un risparmio energetico.

Già nella Legge di Bilancio dello scorso anno era stata modificata la durata dell’agevolazione, che da 1 anno era passata a 5 anni, quindi fino al 2021, con uno sconto proporzionale in base al livello di efficientamento energetico raggiunto con i lavori. Coperti dal bonus anche terrazze, balconi e facciate dei condomini, oltre alla rimozione dell’amianto dai tetti degli edifici condominiali. Per il 2020 è inoltre previsto un bonus unico condomìni per gli interventi in precedenza coperti da sismabonus ed Ecobonus: la nuova detrazione varia dall’80% all’85% a seconda della riduzione della classe di rischio.