ASSEGNO UNICO 2022 per i figli a carico: come funziona

ASSEGNO UNICO 2022 per i figli a carico: come funziona

24 Feb 2022 – Manca meno di un mese all’erogazione dell’assegno unico che viene corrisposto universalmente a partire dal primo di marzo alle famiglie italiane con uno o più figli a carico. L’agevolazione è rivolta anche a chi ha figli non oltre i 21 anni, indipendentemente che siano occupati o meno. Di seguito una rapida panoramica sull’argomento, con i numeri di chi ha già provveduto a inoltrare la richiesta e le modalità necessarie per presentare la domanda.

Assegno unico: per ora richiesto da una famiglia su cinque

Nonostante l’imminente entrata in vigore, al momento l’assegno unico per i figli è stato richiesto da una famiglia su cinque. Per inoltrare la domanda c’è ancora tempo fino al 30 giugno 2022 per poter beneficiare degli arretrati di gennaio.

Assegno unico: i pro e i contro

L’assegno unico va a sostituire i bonus, gli assegni familiari, oltre alle detrazioni per i figli in busta paga per chi li aveva. L’economista Azzurra Rinaldi sintetizza come segue i vantaggi e gli svantaggi dell’aiuto “Nuovi meccanismi, universalità e reddito. Ecco i pro e i contro dell’assegno unico universale che da marzo sostituirà detrazioni e assegni familiari”.

Le domande finora inoltrate all’Inps

Sono state ricevute (fino allo scorso 6 febbraio) 1.460.885 domande per circa 2.400.000 figli. La platea degli aventi diritto è in realtà molto più estesa e arriva a comprendere anche i nuclei con figli maggiorenni a carico fino a 21 anni (che siano essi occupati o meno). Nello specifico, si parla di 7.3 milioni di famiglie per quasi 11 milioni di figli.

Come fare domanda per beneficiare dell’assegno unico

Per inoltrare la domanda non è obbligatorio presentare l’Isee. Il sostegno favorisce le famiglie più povere, ma anche senza Isee si percepisce l’importo minimo in maniera universale sotto forma di aiuto economico mensile: viene quindi garantito indipendentemente dal tipo di lavoro svolto dai genitori. Chi percepisce il reddito di cittadinanza lo riceve automaticamente. Per poter beneficiare dell’assegno unico basta presentare la domanda online direttamente sul sito dell’Inps. I soldi verranno accreditati mensilmente in automatico sul conto corrente.