ISTAT, aumentano del 48,4% le compravendite immobiliari nel terzo trimestre del 2020

ISTAT, aumentano del 48,4% le compravendite immobiliari nel terzo trimestre del 2020

05 Lug 2021 – Risultati più che positivi per quanto riguarda le compravendite immobiliari che sono registrate nel terzo trimestre del 2020. I dati mostrano chiaramente una crescita del 48,4% rispetto ai tre mesi precedenti e dell’1,8% se si prende in considerazione l’intero anno.

La fotografia è quella scattata da Istat, i cui dati recentemente diffusi mostrano dunque che nella seconda metà dello scorso anno il mercato è tornato a respirare, dopo il calo che si è verificato in concomitanza con le misure restrittive adottate per far fronte alla pandemia.

Le convenzioni notarili

Il trend positivo si nota guardando anche alle convenzioni notarili di compravendita e le altre che riguardano invece atti traslativi a titolo oneroso per unità immobiliare: sono poco meno di 187mila quelle stipulate tra luglio e settembre 2020. Quasi tutte hanno riguardato trasferimenti di proprietà a uso abitativo, arrivando a coprire ben il 94,9% del totale. La restante parte è composta da quelle a uso economico, il 4,7%, e le convenzioni a uso speciale e le multiproprietà, con lo 0,3%.

Le transazioni immobiliari

Le transazioni immobiliari sono cresciute del 2,3% nel settore abitativo rispetto allo stesso periodo del 2019. A calare sono state però quelle a uso economico: il 6,7% in meno.

L’incremento nel comparto residenziale ha riguardato soprattutto le regioni del sud, del Nord-ovest e del Nord-est. Anche i piccoli centri urbani ne hanno beneficiato. Non è stato invece così per il Centro, le Isole e le grandi città metropolitane.

Mutui e finanziamenti

Le convenzioni notarili per mutui e finanziamenti sono aumentate del 16,8% rispetto al secondo trimestre 2020 – si tratta di una tendenza che riguarda l’intera Penisola, ma in particolare il Sud dove la crescita è stata del 24,9% – anche se risultano calate del 7,1% su base annua.