Come arredare un monolocale, dagli spazi “mini” di 15 metri quadri fino ai 30-40 metri quadri

Come arredare un monolocale, dagli spazi “mini” di 15 metri quadri fino ai 30-40 metri quadri

14 Apr 2021 – Organizzare al meglio lo spazio, valorizzando ogni centimetro. Queste sono le principali necessità di tutti coloro che vivono in un monolocale, dalla metratura più o meno generosa. Vediamo quindi insieme i consigli di arredamento e le ultime tendenze in materia, dando importante alla funzionalità, ma strizzando l’occhio a design ed estetica.

Organizzare un monolocale: dividere e contenere

La prima cosa da fare per organizzare al meglio la propria routine quotidiana in spazi piccoli è quella di riuscire a individuare aree specifiche per ciascuna attività. Il suggerimento degli esperti è quello di dividere e contenere, utilizzando leggeri separatori (tende, paravento) per separare gli spazi della casa, ad esempio la cucina dalla zona letto, e sfruttare al massimo l’altezza attraverso strutture contenitive ad hoc.

Una soluzione per ogni metratura

Quando si parla di monolocali ci si può trovare di fronte a veri e propri open space in miniatura oppure piccolissimi spazi, dove può risultare più difficile riuscire a distinguere la zona giorno da quella notte.

I “micro-monolocali”: 15 metri quadri

In tema di micro appartamenti si parte da circa 15 mq, si tratta di ambienti pensati per soggiorni brevi, particolarmente diffusi nell’Estremo Oriente. In questo caso è importante puntare su arredi trasformabili, come il letto a scomparsa oppure un divano letto a ribalta, ma anche soluzioni su misura costruite appositamente per minimizzare tutto lo spazio disponibile; al via dunque a piani estraibili e tavoli ribaltabili.

Monolocali da 20-25 metri quadri

Più semplice intervenire su metrature tra i 20 mq e i 25 mq, dove una delle soluzioni più gettonate è il soppalco, per recuperare spazio spostando proprio lì la zona notte. La scala, inoltre, può anche diventare un mobile contenitivo per sfruttare al meglio l’ambiente.

Monolocali da 30-40 metri quadri

Con monolocali comprese tra i 30 mq e i 40 mq il margine d’azione si amplia notevolmente e si possono riuscire a ricavare veri e propri bilocali, magari utilizzando pareti a vetrata che favoriscono anche un buon uso della luce naturale.

Per chi invece desidera conservare un open space ma distinguere le zone, a volte l’uso di colori può essere sufficiente.