Riscaldamento in casa: meglio se sostenibile, intelligente e made in Italy

Riscaldamento in casa: meglio se sostenibile, intelligente e made in Italy

18 Feb 2021 – Se fino a non molto tempo fa il modello da seguire per caminetti e stufe più ecologici e smart era appannaggio del Nord Europa, nel corso degli ultimi mesi si è assistito ad un cambio di rotta. In tema di riscaldamento di casa, infatti, le aziende italiane si posizionano come riferimento autorevole grazie all’utilizzo di nuove tecnologie e a un occhio attento al design.

Stufe e caminetti, quali sono le nuove esigenze?

Nel corso dell’ultimo anno, caratterizzato dall’emergenza sanitaria Covid-19 e da un susseguirsi di lockdown e restrizioni negli spostamenti, le esigenze delle famiglie italiane in materia di comfort abitativo sono cambiate, diventando sempre più sensibili alle nuove tecnologie e alla domotica, con una grande attenzione verso comandi gestibili da remoto e app.

Le idee sono piuttosto chiare: l’immobile da sogno oggi, oltre ad avere spazi interni ed esterni più ampi, dovrebbe essere dotato di caminetto in soggiorno, piscina esterna e vasca idromassaggio in bagno. Sono desideri che hanno spinto i produttori nazionali a sviluppare soluzioni sempre più innovative per ciò che riguarda il mondo del riscaldamento, sia sotto il profilo della sostenibilità, sia considerando il livello tecnologico e di design.

Come sono cambiati i sistemi di riscaldamento

Il posizionamento italiano in questo specifico ambito si basa essenzialmente su una serie di innovazioni, che hanno portato le aziende a mettere sul mercato prodotti altamente efficienti e sempre meno inquinanti.

Qualche esempio? Esiste oggi uno speciale dispositivo, O2ring, che permette di rendere il riscaldamento a pellet ancora più sostenibile. Gli elementi attivi che compongono questo strumento, a contatto con i fumi della combustione, consentono infatti di neutralizzare le polveri e il Co2 dell’80%.

Soffermandoci invece sul design, si può menzionare il caso della stufa a pellet Bellavista Square ideata da Thermorossi che, collegata a due ambienti, permette di poter godere della vista delle fiamme, attraverso un vetro panoramico, a 270°.

Incentivi economici e fiscali per un riscaldamento sostenibile

A sostegno di un riscaldamento più attento all’ambiente e sostenibile, è importante menzionare il fatto che esiste una serie di provvedimenti sul territorio nazionale: ricordiamo, ad esempio, il caso dei territori del Bacino Padano, dove a partire dal 2017 è stato vietato l’utilizzo di generatori che avessero una classe di emissione più bassa delle 3 stelle. Ma anche il fatto che dal 2020 le nuove installazioni di apparecchi devono essere obbligatoriamente di classe 4 stelle, oppure l’obbligo nella scelta del pellet di utilizzare quello di classe A1 certificato dalla normativa Uni.

Non dimentichiamo poi i bonus fiscali e le agevolazioni oggi disponibili, come l’Ecobonus al 110% che, portando a termine i dovuti interventi, permette al contempo di poter migliorare la qualità del riscaldamento domestico. Possono infatti accedere all’agevolazione tutti quegli impianti canalizzati che portino un miglioramento energetico di almeno due classi.