Hotel: +9% per gli investimenti in Italia, bene anche nel resto d’Europa

Hotel: +9% per gli investimenti in Italia, bene anche nel resto d’Europa

16 Lug 2019 – I dati emersi nel corso del convegno “Hospitality Forum 2019 – Alberghi da vivere e da vedere” organizzato da Scenari Immobiliari e Castello Sgr parlano chiaro: il mercato immobiliare alberghiero sta attraversando una fase positiva, con una crescita del 9% e un volume di 3 miliardi di euro generato da scambi con contratti di vendita o locazione. Grazie all’assegnazione delle Olimpiadi invernali del 2026, inoltre, gli investitori sembrano pronti a scommettere su un ulteriore aumento già a partire da quest’anno: stando alle previsioni, infatti, il 2019 dovrebbe concludersi con un fatturato di 3,4 miliardi di euro.

Rinnovata fiducia nel comparto

Tra luglio 2018 e giugno 2019 in Italia sono stati effettuati 28 interventi a livello di aperture, cambi di gestione e ristrutturazioni, per un totale di 2.186 camere, a conferma della vivacità del settore che si orienta in modo particolare sul segmento lusso. All’interno di questo quadro emerge lo sviluppo significativo del mercato milanese, per il quale sono previsti investimenti per più di 13 miliardi di euro, di cui 400 milioni collegati ai Giochi olimpici. Mario Breglia, presidente di Scenari Immobiliari, punta l’attenzione in particolare sulla presenza di investitori esteri, già triplicati in seguito all’Expo e destinati a raddoppiare nei prossimi cinque anni.

Trend positivo anche in Europa

Con un giro di affari superiore a 24 miliardi (+3,4% rispetto al 2017), il settore hotel gode di buona salute anche nel resto d’Europa: basti pensare che, tra fusioni e acquisizioni, nel 2018 sono state circa 200 mila le camere passate di mano.