Costruzioni: dopo anni di crisi filiera in crescita dello 0,8% nel 2018

Costruzioni: dopo anni di crisi filiera in crescita dello 0,8% nel 2018

11 Mar 2019 – SAIE, il salone della nuova industrializzazione edilizia e del territorio, quest’anno raddoppia. Proprio nel corso della conferenza stampa di presentazione della prima edizione di Bari, che si terrà a ottobre, Federcostruzioni ha mostrato segnali incoraggianti per il comparto: considerando anche tutto l’indotto, dopo dieci anni di crisi la filiera delle costruzioni sembra finalmente in ripresa. I dati relativi al 2018 mostrano infatti una stima di crescita vicina allo 0,7-0,8%.

Bene la riqualificazione degli immobili residenziali

Con una produzione pari a 440 miliardi di euro e 2,7 milioni di persone impiegate, il 12% circa dell’occupazione totale nazionale, la filiera delle costruzioni vive una fase positiva. Dal 2016 a oggi i comparti che hanno evidenziato la maggiore ripresa sono quello del commercio di macchine per il movimento terra(+14%) e soprattutto quello della riqualificazione degli immobili residenziali (+20,9%). I valori precedenti al 2009, anno di inizio della crisi, sono però ancora lontani: -27,5% in termini di valore economico e -21,7% a livello di occupati.

Un settore strategico

Perché è così importante che il settore delle costruzioni cresca? Per capire il suo ruolo fondamentale nell’economia del nostro Paese è sufficiente un dato: un aumento di domanda di 1 miliardo di euro genera una ricaduta sull’intero sistema economico di oltre 3,5 miliardi di euro e comporta la creazione di 15.555 unità di lavoro in più.